C’è un lungo articolo a pag. 17 de la Repubblica del 29 settembre 2009 a firma Attilio Bulzoni. Ne riporto pochi brani per la valutazione dei nostri amici eldyani.

 akragas

“ …..gesti di riguardo (in campo). A volte è un minuto di silenzio, a volte un gol. L’ultima dedica è una vittoria per 5-0, campionato di eccellenza, Akragas (la squadra di Agrigento) logosptracontro Sporting Arenella, i giocatori agrigentini che salutano i tifosi e il loro presidente che offre il trofeo della partita  stravinta <all’amico fraterno Nicola Ribisi>. Uno che dieci giorni fa era stato arrestato per mafia, uno che era in confidenza con Bernardo Provenzano (si mandavano pizzini), uno che appartiene a un ceppo di Cosa Nostra che ha fatto la storia criminale di Palma di Montechiaro.

Ma non ne poteva evidentemente fare a meno il presidente dell’Akragas calcio Gioacchino Sferrazza – commerciante di articoli da regalo – di quel saluto <all’amico fraterno> appena incarcerato. Doveva farla la dedica e l’ha fatta”.

 

Perché doveva  farla ci sarebbe da domandarsi? Si è arrampicato sugli specchi il presidente dicendo che quella dedica gliela avevano chiesta tutti, giocatori e tecnici. Ci sarebbe da dubitarne. Ma non è questo il punto. Parliamo del “clima” che esiste se si pensa soltanto a fare questo tipo di cose? Ma che aria si respira in quel campo di calcio? E/o in altri?ag

 lorenzo-12

4 Commenti a ““DEDICATO ALLA MAFIA NEL PALLONE” scritto da Lorenzo.rm (pubblicato da Rosaria)”

  1. Gabrielle scrive:

    Too many comlpinmtes too little space, thanks!

  2. rosaria3.na scrive:

    Ehh sì, Lorenzo, chi cerca trova e su internet si trova di tutto, basta cercare!!!! Ahahahaha, ciao

  3. lorenzo.rm scrive:

    Grazie a Rosaria che è riuscita a mettere anche gli scudetti.

  4. lorenzo.rm scrive:

    La notizia è passata quasi sotto silenzio, ma è grave anche per l’immagine che dà al mondo sportivo e in paticolare ai giovani.

Scrivi un commento